San Benedetto, ‘Porta a Porta Spinto’: le regole per i condomini zona Viale de Gasperi

‘Porta a porta Spinto’, le regole per i condomini della zona di Viale de Gasperi

Un’ordinanza disciplina l’uso di cassonetti esclusivi per umido e rifiuti indifferenziati

Per completare l’attivazione del servizio ‘Porta a Porta Spinto’ nel territorio del Comune di San Benedetto del Tronto, rimane da coinvolgere la zona più popolata della città, quella che gravita attorno all’asse di Viale de Gasperi. oltre a presentare un’elevatissima densità abitativa, con presenza di grandi immobili residenziali, la zona è anche a forte vocazione commerciale e di servizio, con la presenza di strutture molto frequentate sia da lavoratori che da utenti: basti pensare al Municipio, alle scuole , a Villa Anna, al centro ‘Primavera’, alla residenza sanitaria ‘San Giuseppe’, al presidio ASUR di via Romagna.
Pertanto, l’Amministrazione comunale e Picenambiente hanno ritenuto necessario, anche sulla base delle positive esperienze compiute in realtà urbani simili, attivare un sistema particolare di raccolta ‘Porta a Porta’ dei rifiuti in cui l’utente è rappresentato dal condominio o dalla struttura pubblica o privata.
Questa mattina il sindaco Giovanni Gaspari ha dunque firmato un’ordinanza con la quale di dispone che ogni condominio (o struttura pubblica o privata, negozio, attività commerciale) sia obbligato ad individuare un luogo, individuato d’intesa con Picenambiente che sta già effettuando appositi sopralluoghi in ogni struttura interessata, dove collocare le proprie postazioni condominiali per i contenitori e a stabilire il proprio punto di esposizione condominiale per la raccolta del ‘sacchi gialli e azzurri’.
Nelle postazioni condominiali, ad uso esclusivo dei condomini, verranno duqnue posizionati uno o più cassonetti marroni per il conferimento dell’umido e un cassonett verde per l’indifferenziata (il cosiddetto ‘sacco nero’).
I contenitori condominiali, forniti da picenambiente, saranno apribili con una chiave metallica oppure con un apposito codice a 2 cifre. Dunque i soli condomini potranno usarli per conferire l’umido (tutti i giorni nel cassonetto marrone) e il ‘sacco nero’ (all’interno del cassonetto verde esclusivamente il giovedì e la domenica dalle 20 alle 21.30). Restano invariate le modalità di conferimento di ‘sacco giallo’ per carta e cartone e ‘sacco azzurro’ per vetro, plastica e lattine da lasciare il venerdì sera, dalle 20 alle 21.30, nell’apposito punto di raccolta condominiale individuato.
Gli utenti che hanno la necessità di conferire ‘pannolini, pannoloni, assorbenti e rifiuti ordinari domestici da cure di dialisi e similari’, possono gettarli in piccoli sacchi di plastica, ermeticamente chiusi, tutti i giorni all’interno del cassonetto verde.
Da segnalare che l’ordinanza individua la responsabilità di tenuta e custodia dei contenitori e del corretto rispetto di tutte le modalità di conferimento in capo ai condomini o all’amministratore o a persona appositamente delegata dai condomini, soggetti a cui sarà elevata la sanzione prevista per chi viola le regole.